GIS Open Source Base (QGIS)

   la scheda del corso in formato PDF

  Giorni e orari:

Il corso ha una durata complessiva di 18 ore, articolate in tre giornate consecutive con orario:

  • Giorno 1 e 2: 9.00-13.00 / 14.00-17.00
  • Giorno 3: 9.00-13.00

  Sede:

Viale Brenta 27/29, Milano

  Argomenti:

Prezzo: € 380 + iva 22%

CHIEDI INFO → o Pre-iscriviti

Il corso è organizzato in collaborazione con TerreLogiche.

GIS Open Source Base (QGIS)

A chi è rivolto
“GIS Open Source Base (QGIS)” è un corso di formazione GIS di 18 ore con approccio essenzialmente pratico all’utilizzo dei Sistemi Informativi Geografici. Il modulo formativo affronta i principali aspetti concettuali e procedurali della gestione geografica e fornisce le conoscenze operative necessarie per l’utilizzo di QGIS, uno dei migliori software nel segmento Open Source in termini di funzionalità, flessibilità e facilità d’uso.

Il corso è rivolto a professionisti, tecnici di Pubbliche Amministrazioni, studenti, ricercatori, insegnanti e in generale a tutti coloro che hanno intenzione di ampliare le proprie conoscenze in fatto di gestione di dati geografici.

Durante il corso saranno affrontati argomenti basilari come la gestione dei layer vettoriali e raster, i sistemi di riferimento cartografici, la georeferenziazione, il disegno vettoriale, il database e la stampa.

Durata del corso
Il corso ha una durata complessiva di 18 ore, articolate in tre giornate consecutive. Orario: 9.00-13.00, 14.00-17.00 (giorno 1 e 2), 9.00-13.00 (giorno 3).

Requisiti minimi richiesti
Conoscenza di base di Microsoft Windows.

Certificato di frequenza
Alla fine del corso sarà rilasciato attestato di partecipazione.

Materiale Informativo
Ogni partecipante riceverà ampio materiale informativo (slides, dataset cartografici, documentazione e manualistica riguardante il software e le tematiche affrontate).

✩✩✩ Condividi con i tuoi amici ✩✩✩

Argomenti principali del corso

Introduzione ai Sistemi Informativi Geografici

Fondamenti di GIS: definizioni e concetti fondamentali.

Strutture dei dati: raster e vettoriale.

Componenti di un GIS.

Principali applicazioni.

Panoramica dei prodotti software presenti sul mercato.

Installazione di QGIS

Modalità di scaricamento e procedure di installazione.

Introduzione a QGIS

Interfaccia utente di QGIS.

Pannelli e barre degli strumenti.

Modifica delle preferenze di sistema.

Il progetto di lavoro e la gestione dei collegamenti ai geodati.

Inserimento e gestione layer raster e vettoriali

La mappa di QGIS.

Caricamento dei geodati.

Strumenti di navigazione nella mappa.

Principali formati GIS disponibili (es. ESRI Shapefile, raster, ecc.).

Gestione dei layer nella legenda. Importazione di dati CAD e gestione GIS-oriented.

Visualizzazione e tematizzazione dei geodati

Vestizione dei dati e legende.

Simbologia per simbolo unico, valori unici, intervalli di valori.

Gestione degli stili.

Etichettatura dei geodati.

Gestione dei Sistemi di Riferimento (SR)

Cartografia: datum, sistemi di proiezione e di coordinate.

UTM e Gauss-Boaga.

Gestione dei sistemi in QGIS: i codici EPSG.

Tecniche di allineamento degli SR.

La riproiezione al volo.

La base cartografica in ambiente GIS

La produzione cartografica in Italia (cenni).

Caricamento e mosaicatura dati.

CTR (Carte Tecniche Regionali) e database topografici nel progetto di QGIS.

Utilizzo dei servizi web (es. WMS, WFS, WCS).

I plugin di Open Street Map e Google Maps.

Database e gestione tabellare

Il database: apertura e utilizzo di tabelle degli attributi.

Selezione degli oggetti e collegamento con database.

Editing tabellare.

La struttura del database.

I tipi di dati.

Creazione e modifica di campi.

Interrogazione dei dati

Le interrogazioni: la maschera di filtraggio.

Estrazione dei dati.

Esempi di interrogazione SQL.

Funzioni di editing grafico

Creazione di nuovi layer.

Modalità di inserimento geometrie.

Strumenti e opzioni di editing vettoriale (tools di disegno, snapping).

Misurazione di aree e distanze.

Creazione di un layer puntuale a partire da file di testo (x,y,z).

Georeferenziare una cartografia

Il georeferenziatore di QGIS.

Inserimento Ground Control Points ed impostazioni di trasformazione.

Valutazione degli errori.

I layout di stampa

Problematiche di plottaggio e procedure di stampa.

Redazione di una tavola di stampa.

Inserimento oggetti ed immagini esterne.

Utilizzo dell’atlante di QGIS.

Geoprocessing di dati vettoriali e raster (cenni)

Il plugin Processing.

Generazione di aree di rispetto (buffering).

Query spaziali.